Donna salvata dal reggiseno la spallina ferma un proiettile

loading...

SAN PIETROBURGO – Una donna a San Pietroburgo è stata salvata dalla spallina del reggiseno. Debbie Bingham, 46 anni, residente ad Atlanta, si trovava nella città russa in visita presso alcuni parenti. Nel giorno di San Silvestro è stata colpita da un proiettile, sparato probabilmente per festeggiare il nuovo anno, che ha raggiunto la sua spalla sinistra: il proiettile è stato tuttavia rallentato dalla spallina del reggiseno.

La sua ferita sarebbe stata infatti di gran lunga peggiore se non fosse stato per l’indumento, ha assicurato George Kajtsa, portavoce del dipartimento di polizia di San Pietroburgo.

Bingham ha raccontato che si trovava fuori con i propri figli, e stava guardando i fuochi d’artificio, quando ha avvertito un dolore alla spalla sinistra. Sua figlia Solanda, 30 anni, si è subito accorta del sangue che stava colorando di rosso il maglione bianco della madre. “Eravamo seduti a un tavolo da picnic e stavamo ascoltando musica quando mia madre ha detto ‘Ow'”, ha raccontato Solanda Bingham.

La giovane ha guardato la madre e ha urlato: “Hanno sparato a mia madre, hanno sparato a mia madre!”. Il proiettile tuttavia non era penetrato dentro la spalla, si era arrestato dopo la spallina del reggiseno, provocando però una ferita superficiale. Il proiettile è stato successivamente rimosso in ospedale.

(Fonte Repubblica.it)

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi