Giudice suggerisce insulti a condannato razzista


Guai a insultare uno che ha il colore della pelle diverso dal tuo. Guai a insultarlo proprio per via della pelle, dato che altre frasi offensive sono maggiormente tollerate dai giudici.

E’ questo il succo della vicenda che ha visto due volte condannato un inglese di 35 anni. Incriminato per sbaglio per aggressione, rapina e danni alla proprietà altrui, l’uomo è stato rinchiuso in carcere. Lì ha cominciato ad accusare un mal di schiena sempre meno tollerabile. Alla richiesta di un medico, si è però trovato di fronte un pakistano.
‘voglio un inglese, non un fottuto pachistano’ ha cominciato a urlare, “non voglio che nessun fottuto nero mi faccia da medico”. Risultato? Nuova denuncia e nuovo processo. ‘La prossima volta chiami il dottore grasso bastardo e non dica niente sul colore della sua pelle’, ha consigliato un giudice all’accusato.

(Fonte Tiscali.it)

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi