Seattle: bariste in bikini, è boom dei sexy caffè

loading...

Bariste in bikini nei chioschi del caffè. L’idea di marketing più vecchia del mondo, ossia quella di attirare i clienti grazie a belle ragazze mezze nude, funziona ancora.

E’ proprio quello che sta succedendo a Seattle, la metropoli del caffè “made in Usa”, dove, per competere con la catena di caffetterie di Starbucks, diversi chioschi fanno servire espresso e cappuccino ad attraenti bariste in bikini.
I nomi di queste caffetterie sono abbastanza eloquenti: Cowgirls Espresso, Moka Girls, Bikini Espresso e The Sweet Spot Cafè, per citarne alcuni.
Lori Bowden, proprietario di Cowgirls Espresso che ha aperto il suo primo chiosco quattro anni fa all’ingresso del Silver Dollar Casino, è stato il pioniere della nuova tendenza. Grazie ai suggerimenti dei suoi impiegati, infatti, l’astuto businessman ha istituito i “bikini wednesdays”, dove, ogni mercoledì, le bariste servivano caffé indossando top aderenti e hot pants succinti, oppure direttamente biancheria intima.

Gli incassi sono passati da 200 dollari a 400 dollari nel giro di pochi mercoledì. Ecco allora che Bowden ha pensato di provare anche con i “fantasy fridays” e i “school girls thursdays”, così che i clienti potessero godersi la loro meritata tazza, accompagnata dalla vista di curve prorompenti a tema, ogni giorno.

Oggi, il chiosco incassa circa 800 dollari al giorno e le ragazze, oltre ad un minimo salariale, possono contare su circa 150 dollari di mance alla fine della lunga giornata di torrefazione. Finché il seno e il fondoschiena delle ragazze rimangonocoperti, non si infrange nessuna legge e i proprietari delle numerose sexy-caffetterie dichiarano di ricevere poche lamentele.

(Fonte Tiscali.it)

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

loading...

Rispondi