Un pescatore australiano ubriaco cattura uno squalo a mani nude


Un pescatore ubriaco di nome Philip Kerkhof ha catturato con le sue mani uno squalo di 1,3 metri e lo ha trascinato sul molo di una piccola località sud occidentale dell’Australia, tutto questo in cambio di qualche graffio sui pantaloni, hanno riportato oggi i media locali.

Si chiama Philip Kerkhof e ha 41 anni l’uomo che lunedì ha cacciato a mani nude uno squalo che stava mangiando le sue esche per calamari vicino al molo della piccola località marina di Louth Bay nella parte meridionale dell’Australia.

“Mi sono appostato dietro di lui, ho atteso il momento giusto e alla fine l’ho afferrato e non l’ho mollato più”, ha detto Kerkhof alla televisione australiana . La zona di Louth bay, vicino all’estremità meridionale della penisola australiana dell’Eyre, è nota per gli squali che la popolano, tanto che alcune scene del film “Lo squalo” del 1975 sono state girate proprio là.

Kerkhof, che ha ammesso di aver bevuto “un po’ troppa vodka” prima di andare a pescare, ha detto di aver realizzato di aver rischiato la vita solo il giorno dopo.

“Non è qualcosa che consiglierei di fare”, ha detto. “Quando mi sono ripreso dalla sbronza ci ho pensato e mi son detto ‘…sono un idiota’ “.

(Fonte Blog.napolimagazine.com)

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi