Dava 300 € l'ora alla colf, doveva lavorare nuda

loading...


Pagava 200 sterline (circa 300 euro) all’ora alla donna delle pulizie a condizione che svolgesse le faccende domestiche stando completamente nuda. Michael Lee, direttore finanziario della Alec’s Three Piece Suit Warehouse a Bolton in Inghilterra ed ex magistrato presso la corte londinese, dovrà ora affrontare un processo, e non tanto per giustificare questo specifico vizietto, ma per reati ben più gravi ad esso collegati.
L’uomo, dopo aver prosciugato il proprio conto in banca, non ha saputo infatti resistere alla tentazione di godere dei servigi della specialissima colf. Pur di non perderla ha sottratto denaro dalle casse dell’azienda. Le accuse nei suoi confronti sono di furto aggravato da falsificazione e alterazione dei conti di bilancio.
L’ossessione per quella donna gli è costata assai cara. In circa un anno Lee ha sborsato 164mila sterline, l’equivalente di circa 340.000 euro. La sua anima da magistrato deve essere però emersa, ad un certo punto l’uomo, probabilmente molto imbarazzato, si è presentato in una centrale della polizia e ha confessato tutto.

(Fonte Tiscali.it)

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi