Reality, forma di formaggio ripresa 24 ore su 24


È online da poco più di tre mesi, ma ha già ricevuto oltre un milione di visite. Il video che ne documenta le prime settimane di vita, pubblicato su YouTube, è stato visto più di 100 mila volte. Numeri già rilevanti, che diventano straordinari se si considera che l’oggetto di tanto interesse è una forma di “cheddar”, il formaggio inglese per antonomasia. Il quale, per attirare l’attenzione dei navigatori, non fa proprio nulla: se ne sta lì, immobile, a stagionare. Una volta a settimana, un addetto lo ruota affinché l’umidità si distribuisca in modo uniforme. Più raramente il suo creatore (Tom Calver, un produttore caseario della contea di Somerset) lo annusa e lo assaggia. Il resto del tempo non succede niente, ma tant’è: il sito CheddarVision.tv, una telecamera puntata 24 al giorno su un formaggio, è diventata un fenomeno globale, tanto da meritarsi articoli sul Guardian e sul New York Times. E da diventare motivo di studio e di interesse per sociologi e comunicatori.

“La rete è come una grande spugna”, è una delle spiegazioni che si dà Alberto Abruzzese, ordinario di Sociologia delle Comunicazioni di massa e direttore dell’Istituto di comunicazione allo Iulm di Milano. “Assorbe tutto e tutto, essendo inserito, diventa automaticamente oggetto di attenzione per il navigatore distratto. O per il navigatore, che cercando qualcos’altro, si imbatte in una distrazione”.

(Fonte Repubblica.it)

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

One thought on “Reality, forma di formaggio ripresa 24 ore su 24

Rispondi