A letto con gemelli, resta incinta: chiede test Dna

Rimane incinta ma non riesce a dare un padre alla nascitura perché i potenziali padri sono fratelli gemelli. E’ quanto accaduto ad una donna del Missouri che, dopo aver incassato il “no grazie” da parte dei due uomini, si è vista costretta a trascinare gli stessi in tribunale.
Un caso molto complicato anche perché la donna avrebbe fatto sesso con i due consecutivamente: il primo rapporto si è consumato poche ore prima del secondo. Alla domanda del giudice “chi dei due uomini è secondo lei il padre” la ragazza ha risposto senza esitazione: “Il secondo”.
Lui ha confermato di aver avuto un’avventura con la donna ma, come di fatto anche l’altro gemello, nega qualsiasi addebito di paternità. In altre circostanze per sbrogliare la matassa sarebbe bastata la prova del Dna ma essendo i due potenziali padri gemelli il loro codice genetico è di fatto identico.
Ora il problema è serio, la donna nel frattempo ha dato alla luce una bimba che ha urgente bisogno di un padre. Papà della piccola, al 99.9% potrebbero esser però tutti e due. Il giudice Fred Copeland, chiamato a pronunciarsi sulla controversia, opterebbe per affibbiare quella paternità al secondo gemello con cui la donna avrebbe fatto l’amore ma, fa notare lui stesso, non posso farlo sulla base della sola testimonianza della donna. “Mi trovo di fronte ad uno dei casi più incredibili della mia intera carriera”.

(Fonte Tiscali.it)

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

loading...

Rispondi