Usa: bimbo di 10 mesi ottiene porto d'armi e pistola


Possedere un’arma? In America è un diritto, tutti i cittadini possono rivendicarlo proprio come in altri Paesi del mondo una persona comune può rivendicare il diritto di esprimersi liberamente. Il paragone potrà sembrare un poco strano, anche perché si tratta di principi ben differenti tra loro, eppure proprio a seguito di questa libertà un papà statunitense ha richiesto e fatto ottenere un porto d’armi e una pistola al figlioletto di appena 10 mesi. “Ormai mio figlio Bubba è abbastanza cresciuto – ha spiegato il padre del neonato, Howard Ludwig – è tempo che abbia una pistola tutta sua”.
Prima di acquistare l’arma, il genitore, supportato anche dalla moglie e mamma del bebé di nome Bubba, ha compilato un modulo via internet, ha pagato i cinque dollari previsti e chiesto alle autorità dell’Illinois il porto d’armi per conto del figlio. Il suo, ovviamente, era un banale tentativo che lui stesso non avrebbe mai pensato venisse accolto dalle autorità. Con grande stupore, invece, la concessione è arrivata: nonostante Bubba non abbia ancora vent’anni, età minima richiesta per avere una propria arma.
Il piccolo pistolero ora potrà crescere serenamente, certo che a compimento della maggiore età potrà far valere i propri diritti di cittadino americano. L’uso che farà dell’arma, regalatagli dal nonno, dipenderà interamente dal buonsenso della sua famiglia e dal suo, quando sarà più grande. Chi legge potrebbe comunque avere un’immagine distorta dell’Illinois e pensare che tutti possono comportarsi liberamente, come nel vecchio west. La legge inerente la concessione di un porto d’armi, in questo stato, non solo non è una delle più permissive ma è paradossalmente una delle più rigide d’America.

(Tiscali.it)

Simone, 29enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

One thought on “Usa: bimbo di 10 mesi ottiene porto d'armi e pistola

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.