Voleva dipingere di Rosso il Monte Bianco


Marco Evaristti, 43 anni, artista danese nato in Cile, uno dei massimi esponenti della cosiddetta “shock art” è stato arrestato dagli agenti della gendarmeria francese mentre, in cima al Monte Bianco, stava cercando di verniciare di rosso circa duemila e cinquecento metri quadrati di ghiacciaio.

Evaristti è già noto per la sua particolare forma d’arte: nel 2004 ha deciso di iniziare una trilogia naturalistica, partendo dalla Groenlandia. La prima impresa, denominata The Ice cube project (letteralmente, “progetto cubetto di ghiaccio”) è stata quella di colorare di rosso un iceberg per protestare contro i rifiuti nucleari abbandonati nell’isola da parte degli Stati Uniti.
Evaristti ha organizzato l’iniziativa sul Monte Bianco con grande precisione investendo circa 50mila euro e facendosi aiutare da una quindicina di persone: “a chi appartiene la natura? – si chiede l’artista motivando il “Mont Rouge project”, secondo step della trilogia – l’acqua nei laghi, la neve sulla terra, i fiori nei campi o gli alberi nelle foreste tropicali? Ho il diritto di creare uno stato di non violenza, di pluralismo e di tolleranza sul Monte Bianco, che non appartiene solo alla Francia”.

I gendarmi lo hanno fermato quando era arrivato a 3400 metri di quota, dopo che aveva già verniciato, a scopo di test, una parte del colle Flambeaux, sopra la “Vallée Blanche”, una delle aree più incontaminate e suggestive dell’arco alpino. Gli agenti del Péloton d’Haute Montagne di Chamonix, sono arrivati sul posto in elicottero e, dopo aver fermato l’artista, hanno anche sequestrato i bidoni d’acqua colorata. Marco Evaristti è stato trattenuto nella caserma della cittadina francese per qualche ora con l’accusa di offesa al “codice dell’ambiente”. L’uomo però non si è perso d’animo ed è ripartito alla volta della vetta del Monte Bianco dove ha realizzato, domenica 10 giugno, una versione riveduta e limitata del progetto, stendendo degli spicchi di stoffa rossa sulla vetta, in modo da formare un cerchio rosso.

(Fonte Tiscali.it)

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi