Giurata in udienza con l'i-Pod sotto il Burqa

Londra: Ruhela Khanom, 20 anni, è stata arrestata perché, durante un processo per omicidio al quale stava assistendo come giurata, anziché seguire gli interrogatori dei testi ascoltava beata la musica dall’i-Pod, che teneva nascosto sotto il velo. Un altro giurato ha notato i fili delle cuffie che pendevano dal burka, e ha denunciato il fatto al giudice che presiedeva la corte. La reazione del magistrato della London’s Blackfriars Court è stata furibonda, tanto che ora Ruhela rischia il carcere e una multa per oltraggio alla corte. Secondo gli altri giurati, la ragazza ha mostrato fin da subito di non avere intenzione di fare il proprio dovere: si presentava spesso in ritardo bloccando il processo, e aveva cercato di farsi togliere dalla giuria adducendo come scusa un corso su internet. “Mi era parso di sentire uno strano rumore provenire da uno dei giurati – ha detto il giudice Roger Chapple – ma pensavo di essermelo sognato”. “Approfittare del velo islamico per ascoltare l’i-Pod è un comportamento gravissimo”, ha denunciato l’avvocato dell’accusa Benn Maguire.”E’ un caso senza precedenti per questo tribunale”.

(Fonte Ansa.it)

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi