Australia, gestiva sexy club: bimbo di 6 anni indagato

loading...


Chi ha tempo non perda tempo dice un detto, ma quando la polizia australiana, impegnata in un’indagine all’interno di una scuola, ha scoperto che un bimbo di soli 6 anni era invischiato in un giro di baby squillo è rimasta senza parole.

L’inchiesta, avviata dal dipartimento dell’istruzione, ha coinvolto un istituto scolastico elementare dello Stato di Victoria, nel sud est dell’Australia. Secondo quanto emerso, il baby boss era solito mostrare i propri genitali ai compagni, ma solo in cambio di soldi e pseudo “prestazioni sessuali”.
Il piccolo, messo con le spalle al muro, non ha potuto far altro che confermare quanto contestatogli ma, con aria innocente, ha precisato di non gestire alcun tipo di sexy club scolastico. Nonostante la vicenda sia considerata estremamente grave anche dalle autorità australiane, i genitori dei bimbi coinvolti non potranno rivalersi nei confronti del giovane boss. Le leggi dello stato, infatti, non prevedono condanne per i minori di 10 anni, neppure se questi hanno commesso reati sessuali.

(Fonte Tiscali.it)

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

loading...

Rispondi