Conte Orloff – L'uomo trasparente

Pochi umani possono essere paragonati all’insolito caso del conte Orloff. Un uomo che si pensava erroneamente fosse malato di Ossificazione e per le sue caratteristiche, soprannominato l’uomo trasparente.

Ivannow Wladislaus von Dziarski-Orloff nacque in Ungheria nel 1864. Durante la sua gioventù Orloff non aveva alcun problema, solo all’età di 14 anni inizio la sua esperienza con quella che all’epoca era una malattia sconosciuta. Fin dalla prima gioventù, Orloff era diventato poco più che uno scheletro vivente, incapace di reggersi in piedi e costantemente dolorante.

Per alleviare i suoi dolori il conte iniziò a fumare oppio dalla sua pipa. Questa pipa possiamo dire divenne il suo segno di riconoscimento, spesso nelle immagini che lo raffigurano è immortalato mentre sbuffa dalla sua pipa, inalandone il fumo che ne esce (Chasing The Dragon).

Durante la sua carriera Orloff fu conosciuto come l’uomo ossificato, ma la sua condizione in realtà era del tutto differente. Oggi sappiamo che era affetto da mancanza di densità nelle ossa e questo portava le sue ossa a contorcersi e piegarsi.

Inoltre la sua pelle era sottile come la carta e la sua muscolatura era talmente atrofizzata che con l’aiuto di una semplice lampada luminosa, era possibile osservare il sangue scorrere nelle sue vene. Ma non solo, se una luce veniva posta alle sue spalle, era possibile vedere il bagliore dalla parte opposta

Per quanto strano potesse essere Orloff come persona, coloro che lo mostravano al pubblico come fenomeno da circo, lo pubblicizzavano sui volantini dicendo che una persona sarebbe riuscita a leggere il giornale attraverso il suo corpo.

il conte, fu conosciuto durante la sua vita con i nomi di “Scheletro vivente” e “Uomo trasparente“, ma in seguito fu anche soprannominato “La lastra umana“.

Una vita passata a mostrare il suo corpo, gli permise di girare il mondo intero rendendolo ricco e famoso.

Orloff morì nel 1904 all’età di 40 anni.

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

2 thoughts on “Conte Orloff – L'uomo trasparente

Rispondi