Pinon, il messicano bitesta

Pasqual Pinon, era conosciuto come il messicano con due teste ed era un grande attrazione del Sells Floto Circus nei primi anni del 1900.

La storia dice che Pinon, fuggito dal Messico dopo perso il ranch di famiglia, a causa della sua unica deformità è stato in grado di mostrare se stesso per una notevole quantità di denaro e sostenere la sua famiglia di sette persone. La seconda testa era costantemente immobile, la sua bocca chiusa e gli occhi vuoti e inespressivi.

La mancanza di movimento è dovuta a un ictus che Pinon ha subito a 20 anni di età. Pinon non dava spettacolo, la maggior parte delle sue prestazioni consisteva semplicemente nel sedersi e, occasionalmente, sollevare il suo mento in aria per mostrare meglio la connessione tra la naturale e la piccola testa secondaria.

L’intera storia della sua origine è, ovviamente, falsa. Mentre è del tutto possibile avere due teste complete, una condizione nota come Craniopagus Parasiticus, la testa “di troppo” è sempre situata al rovescio sulla sommità del capo principale – come nel caso di un ragazzo del Bengala vissuto nel 1700. Il secondo capo di Pinon era un falso.

La vera storia di Pasqual Pinon è in realtà più interessante nella sua stranezza. Pinon era effettivamente una ferroviere del Texas, a cui è cresciuto un grande tumore benigno sulla parte superiore della sua testa. Egli è stato scoperto da un promotore nel 1917, mentre la divideva le rotaie.

Per qualche ragione il promotore ha pensato che l’enorme tumore sporgente di Pinon non era abbastanza strano e ha deciso di creare una falsa faccia con una maschera di cera. Maschera che ha fatto nascere il mito del messicano con due teste.

Alcune voci sostengono che la maschera fosse fatta d’argento e impiantata chirurgicamente sotto la pelle, tuttavia, è altamente improbabile. Altre voci sostengono che questo manufatto d’argento rese Pinon matto. Anche in questo caso, è più probabile che si tratti di invenzioni del promotore.

Ciò che è accaduto a Pinon dopo questa storia è sconosciuto.Si presume che si sia ritirato e abbia ripreso la sua vita come operaio, con un po’ meno cose per la mente.

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi