Tenore 92enne cade sul Carso e chiede aiuto cantando

Per salvarsi la vita ha usato la voce, anzi i suoi acuti da tenore. Francesco Zeriav un arzillo vecchietto di 92 anni residente in una casetta sul carso triestino camminando lungo alcuni sentieri poco distante dalla sua abitazione ad un certo momento si è perso, ha attraversato spaesato una zona ferroviaria e poi è precipitato in un dirupo profondo circa una decina di metri. A casa sua intanto i suoi familiari avevano avvisato il 113 in quanto il loro ‘supernonno’ non aveva fatto rientro a casa.

Juan Diego Florez famoso tenore

Richiesta d’aiuto canterina – Immediate sono cominciate le ricerche da parte dei Vigili del Fuoco e della Polizia. Nel frattempo Francesco Zeriav, nonostante un brutto colpo alla schiena, si era alzato e cercava di riguadagnare la strada, ma la pioggia e il terreno sassoso e scivoloso gli impedivano di risalire. Così ha cominciato a chiedere aiuto.

Lo ha fatto però ricordandosiche da giovane era stato un ottimo tenore (fa parte ancora del coro del suo paesetto) per cui si è messo a cantare ed a lanciare acuti con quella vigorosa voce che ancora si ritrova. Fortuna ha voluto che un Vigile del Fuoco lo ha sentito per cui in poco tempo con un barella del 118 è stato portato in salvo e quindi ricoverato all’ospedale.

Da ragazzo il suo sogno era diventare un cantante – “Da giovane – ha detto – ero proprio un bravo tenore, ma ad un certo punto quella che sarebbe diventata mia moglie mi ha messo di fronte al fatto compiuto: o lei o la musica e così ho rinunciato al canto”. Francesco Zeriav ha detto di aver composto anche alcune canzoni, “la più bella – ha assicurato – è ‘Viva la vita, viva l’amor'”.

(Fonte Tiscali.it)

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi