Le Maree Rosse, uno spettacolo distruttivo


Le maree rosse sono alghe di colore rosso, molto fitte, che si riproducono in abbondanza; il loro ambiente ideale è l’inquinamento urbano, gli scarichi industriali, i rifiuti delle aziende agricole e il deflusso dei fertilizzanti che scorrono da fiumi e torrenti nelle acque costiere, oltre che il graduale aumento della temperatura dei nostri mari.

La loro presenza in enormi quantità priva l’acqua di ossigeno, producendo tossine che possono paralizzare i pesci e contaminare i frutti di mare.

La crescita del plancton in molti casi può intorbidire l’acqua e modificarne il colore; è giusto precisare però che numerose specie di fitoplancton possono causare maree rosse ma soltanto poche producono tossine. E’ possibile rimanere intossicati a causa delle maree rosse. Anche se è molto raro che questo accada.Infatti l’intossicazione da marea rossa è sovente ritardata rispetto all’evento marino in quanto la tossina deve passare nella catena alimentare.

(Fonte Spluch Mondomarino & AsiaNews)

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi