L’uomo mummia – Domenique Castagna

CastagnaScheletri Viventi, erano chiamati così gli uomini di fine ottocento affetti da questa strana patologia che li rendeva così simili ad un cumulo di ossa più che a un vero uomo. In quel periodo questa malattia era abbastanza diffusa nei i vari tendoni da circo negli anni d’oro dell’ “esposizione umana”.

Gli scheletri viventi, chiamati spesso anche “Ombre” erano solitamente uomini adulti afflitti da disordini intestinali e digestivi o nei casi peggiori da tubercolosi. Queste persone erano talmente magre, che in alcuni casi arrivavano a pesare anche 20 chilogrammi.

Spesso venivano mostrate al pubblico in compagnia di qualche donna grassa per far meglio risaltare la differenza tra i due e per attirare maggiormante l’attenzione del pubblico, durante gli spettacoli itineranti veniva inscenato un matrimonio tra la “donna grassa” e “l’uomo scheletro”.

La lista di uomini scheletro è molto lunga, ma pochi furono sfortunati come Domenique Castagna, la Mummia Vivente.

Nato a Slaligny, in Francia nel 1869, Dominique Castangna era un bambino brutto, sotto tutti i punti di vista. La sua faccia era contorta, i suoi occhi uscivano dalle orbite e il suo naso era schiacciato. A peggiorare le cose sopraggiunse all’età di due anni una malattia che bloccò la sua normale crescita. Ben presto il suo aspetto divenne smunto e il suo profilo sottilissimo. All’età di 12 anni la sua crescita si poteva considerare completa, pur essendo alto solo 1.50 m per 20 kg circa. A causa del suo aspetto Domenique era fondamentalmente una persona introversa e sola. Nella sua vita ebbe pochissimi amici e generalmente le persone lo evitavano credendo fosse mortalmente ammalato e contagioso.

Castagna 2castagna 3

Inizialmente il povero ragazzo cercò di vivere una vita normale, ma il suo gracile corpo e il suo aspetto, non gli diedero una grande prospettiva di vita. Riuscì comunque a trovare un modesto lavoro, come assistente in un ufficio di Monaco, dove un suo collega riuscì a convincerlo a mostrare il suo corpo per guadagnare qualche soldo.

Dominique, iniziò a pensare che tanto nulla avrebbe mai cambiato il suo aspetto e che provare a sfruttare questo suo grande difetto non sarebbe stata una così brutta idea. Anche se rimaneva un po’ riluttante all’idea di fare del suo corpo uno spettacolo, con grande trepidazione Dominique entrò a far parte dello show business!!

Castagna esibì il suo corpo per la prima volta a Marsiglia nel 1896. Il suo vecchio collega Cruzel, continuò a seguirlo durante le sue esibizioni facendogli da agente. Fu proprio Cruzel a dare a Dominique il soprannome di “Mummia” per la prima volta, ispirandosi al viso scavato fino alle ossa del suo amico.

Nonostante il soprannome datogli, Cruzel e La Mummia divenno grandi amici. Castagna era felicissimo di avere accanto a sè finalmente qualcuno che non lo giudicasse per il suo miserabile aspetto. Cruzel accettava Castagna per quello che era, facendogli dimenticare gli aspetti più miserabili della sua vita. La Mummia, odiava esibirsi e avere continuamente gli occhi delle persone addosso. La sua esistenza era lacerata dalla solitudine e dalla mancanza di amore nella sua vita.

L’epilogo delle sua triste esistenza si ebbe nel 1905, quando forse l’unico e vero amico, l’unico motivo di vita dell’Uomo Mummia, si sposò e decise di abbandonare per sempre gli spettacoli, abbandonando a se stesso anche Dominique, che ormai stanco della sua vita, si uccise in un hotel a Leige in Francia.

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi