Si mette le dita nel naso e muore dissanguato

ditanelnasojpg

Ebbene si, ce lo diceva sempre mamma che faceva male mettersi le dita nel naso.

Il 63enne Ian Bothwell si è scaccolato cosi tanto da morire dissanguato!

Sono questi i risultati dell’inchiesta svolta sulla morte dell’uomo di Manchester.

Il colonnello Nigel Meadows aveva spiegato come non ci fosse altra spiegazione alla morte dell’anziano signore se non a causa di una grave perdita di sangue dal naso.

La polizia è convinta che l’uomo, colpito da una forma di demenza provocata dall’alcool, non si sia reso minimamente conto di quello che stesse facendo.

Il caso è stato archiviato come incidente.

Il suo corpo è stato ritrovato da John Edwards, manager della Royal Court, società che si trova poco distante dall’abitazione nel quale l’uomo viveva da solo a Manchester.

Il signor Edward, ha raccontato di aver trovato il corpo esanime dell’uomo steso sul pavimento, credendolo a prima vista caduto dal letto.

In seguito all’autopsia è stato accertato invece che non è stato un colpo alla testa a far morire il signor Ian, bensì, un emorragia al naso.

La causa più comune di Epistassi, cioè di emorragia al naso, è lo “scaccolamento”, passatemi il termine.

Dunque è molto probabile che il signor Ian si sia ucciso mettendosi le dita nel naso con troppa foga!

La storia del signor Bothwell non è stata tutta rose e fiori, all’età di 20 anni infatti, subì un emorragia cerebrale che gli impedì di lavorare; questo ben presto lo fece entrare nel circolo vizioso dell’alcool che lo ha accompagnato fino alla morte.

Il suo unico parente stretto era una sorella, residente in Cornovaglia che negli ultimi 30 anni aveva visto solo una volta al funerale della madre.

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi