Donna accusata di aver rubato i genitali al marito

Impotente per una stregoneria?Ci troviamo in Nigeria, terra di forti credenze popolari, mistiche religiose.

Protagonisti due coniugi, lei, Grace, lui, Kingsley, lui accusa lei di avergli rubato i genitali!

La donna proprietaria di un bar nella sua città è stata accusata da suo marito di aver rubato i suoi gingilli dopo che lui era partito per fare visita alla famiglia in un’altra parte della Nigeria.

I due avevano passato insieme un mese prima che lui partisse, durante la loro convivenza però Kingsley ha iniziato ad accusare problemi al pipino, non riusciva più ad avere erezioni e ha iniziato a temere di rimanere impotente.

Kingsley ha iniziato a considerare il suicidio, ma poi ha capito che sarebbe stato meglio consultarsi con qualcuno prima di farla finita. Ha deciso di confessarsi con diversi preti, ma nessuno dei sacerdoti è riuscito a dargli una mano. L’uomo ha quindi provato a risolvere la questione utilizzando i consueti farmaci ma anche questi non sono stati di grande aiuto.

A quanto pare neanche i medici sono stati in grado di aiutarlo e a questo punto l’unica soluzione rimasta è stata quella di accusare Grace di qualche forma di stregoneria in grado di rubargli la virilità.

Dal canto suo Grace ha categoricamente negato di aver fatto qualcosa agli organi genitali del marito durante la sua permanenza da lei.

Al suo ritorno, Kingsley avrebbe picchiato Grace, e l’avrebbe costretta a fare sesso con lui per riacquistare i suoi poteri, a dir sua rubatigli tramite uno specchio.

Grace ha raccontato ai giornali che ha intenzione di trasferirsi dalla città in quanto questa vicenda avrebbo molto compromesso la sua reputazione nel lavoro.

Povera Grace. Non so se ridere divertito di questa notiza o se rattristarmi per la mentalità che in alcune zone del mondo ancora è presente.

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

loading...

Rispondi