Scivola e gli si infilano le bacchette nel cranio

Bacchetta nel cervello, povero bimbo.E’ successo in Cina a Shandong, patria delle bacchette e del riso. Un bimbo di 14 mesi stava cercando di muovere i suoi primi passi, uno delle più grandi conquiste per un neonato, peccato che al piccolo Chao Chao non sia andata proprio bene, infatti, mentre cercava di mettersi in piedi ha perso l’equilibrio e per volontà del destino è caduto con la faccia sopra delle bacchette (quelle che in Cina si usano abitualmente come posate) e proprio una di queste bacchette gli si è infilzata nel naso fino a toccargli il cervello.

Immediatamente i genitori del piccolo Chao si sono messi in macchina per un viaggio di 10 ore fino a Pechino dove in una clinica specializzata in lesioni facciali è stato operato per 4 ore per rimuovere senza danni la bacchetta.

“Lo abbiamo operato per prevenire un’eventuale infezione. Per fortuna anche se la bacchetta ha toccato il cervello, non sembrerebbero esserci danni cerebrali a lungo termine” – ha dichiarato il Dottor Sun Wei.

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi