Pica, l’irrefrenabile bisogno di mangiare oggetti non commestibili


 

PicaNel 2002 un anziana signora di 62 anni Francese con alla spalle una lunga storia di disturbi psichici, si presentò all’ospadale lamentandosi di forti dolori allo stomaco. Una lastra mostrò che la signora aveva ingerito 5 kg di monete, collane e aghi. Il suo stomaco non ha retto sotto il peso degli oggetti ingeriti ed è crollato fino ai fianchi. La donna è morta durante l’intervento chirurgico per la rimozione degli oggetti ingeriti.

Nel 2000 il signor Edward Cape, 33 anni di Manchester affetto da autismo morì in seguito a complicazioni causate dall’ingestione di 10 bottoni, una puntina, pezzi di catena, ossa e un’enorme quantità di gomma piuma.

Pica è una rara e strana malattia psicologica che porta chi ne è affetto ad avere un’irrefrenabile bisogno di ingerire oggetti e cose non commestibili, soprattutto acciaio, metalli, carta, terra, carbone.

Uno studio americano rivela che il 25% delle persone affette da problemi psichici ha anche sofferto di Pica. Questa percentuale sale al 60% se si prendono in considerazione solo gli autistici.

La Pica molto spesso è il sintomo di un problema psichico differente. Esistono due tipologie per questa malattia: la prima è quella che porta chi ne soffre ad avere bisogno di ingerire oggetti non commestibili. la seconda invece, forse meno pericolosa, porta le persone ad ingerire sostanze commestibili ma non adatte ad essere ingerite, ad esempio il caffe macinato, le spezie, le bucce gli scarti di cucina.

Purtroppo una volta che ci si ammala di questa malattia è difficile guarire.

Informazioni!
Absurdità simili!