Ragazzina di 12 anni diventa insegnante in una scuola per bambini indiani

loading...

A 12 anni diventa insegnante in una scuola indianaQuanto era ancora una neonata, Bharti Kumari fu abbandonata da genitori in una stazione ferroviaria di Bihar, uno degli stati più poveri dell’India. Oggi dopo 12 anni, la piccola Bharti è diventata la maestra unica di una scuola a Kusumbhara, il villaggio che l’ha adottata.

Ogni giorno al mattino e al pomeriggio, sotto l’ombra di un albero di mango, Bharti insegna l’Hindi, l’Inglese e la matematica a 50 bambini del suo villaggio che senza lei non riceverebbero un’istruzione.

Nel frattempo Bharti frequenta una scuola a Akhodhi Gol a circa 3 chilometri di distanza dal suo villaggio. Vestita con orgoglio con la sua uniforme, la ragazzina apprende le nozioni che poi insegna ai suoi alunni, tutti bambini tra i 4 e i 10 anni.

“Passo delle giornate molto lunghe, la mia giornata scuolastica inizia alle 10 del mattino e finisco alle 3 del pomeriggio, più tardi devo trovare anche il tempo per studiare e per insegnare ai bambini.” – dice Bharti – “Amo molto insegnare e studiare, mi piace molto insegnare l’alfabete e la lingua Hindu ai miei alunni.”

I bambini ai quali la piccola insegna, fanno parte di 10 milioni di bambini indiani che non rientrano nel grande sistema dell’istruzione Indiana, o perché i genitori sono così poveri da aver bisogno che i propri figli lavorino, oppure perché non esistono scuole nelle vicinanze.

Il padre adottivo di Bharti, il signor Rampati, un bracciante impoverito, confessa che il suo sogno è quello di impedire che sua figlia possa seguire la tradizione rurale Indiana secondo la quale le ragazzine vengono fatte sposare con matrimoni organizzati dalle famiglie, il suo desiderio è quello di far continuare gli studi della sua bambina.

E a quanto pare il futuro di Bharti è già stato deciso.

“Da grande diventerò sicuramente un’insegnante” – dichiara orgogliosa la piccola.

E noi lo speriamo per lei!

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi