La bambina Doppia Faccia

Tan-Jia – Il tormento della bambina Doppia Faccia

La bambina di 4 anni, soprannominata Doppia Faccia dai suoi amici di scuola, ha subito la seconda operazione dopo le richieste di aiuto della madre ai medici per salvarla da una vita di tormenti.

La faccia di Tan-Jia, fin dalla nascita, è ricoperta  per metà da una grande voglia nera, che non tocca l’altra metà del viso.

“Per lei è molto dura questa situazione, gli altri bambini sanno essere molto cattivi e inventano spesso soprannomi. Per di più, Tan ha un gemellino che è nato completamente normale. Gli altri la chiamano Doppia Faccia, come nel film di Batman, e qualcuno afferma che è stata toccata dal demonio” – afferma la madre Shan Tan, che vive a Heilongjiang, Cina.

La voglia, ogni 2 settimane deve essere curata e rasata, per permettere alla piccola Tan di vivere una vita quasi normale.

La bambina ha cominciato recentemante una serie di operazioni di ricostruzione che permetterà ai medici di rimuoverle gradualmente la voglia rimpiazzandola con lembi di pelle presi dalla pancia. Per ora sono state eseguite due operazioni sulle tre pianificate.

I chirurghi dell’ospedale di Xinqiao, nella regione di Xhongqing in Cina, hanno accettato di operare gratuitamente Tan-Jia dopo le disperate richieste della madre.

Il Dr. Lei Lang ha spiegato che delle voglie cosi estese sono molto rare ma che il paziente può essere curato tramite trapianti della propria pelle.

Dopo le operazioni non resterà alcuna traccia della voglia sul viso della bambina che secondo i dottori, è stata vittima di una mutazione genetica dei suoi pigmenti della pelle quando era ancora nello stato embrionale.

“Quando una volta le stavo leggendo la favola del brutto anatroccolo, la mia bambina mi chiese se anche lei era un brutto anatroccolo perché tutti i suoi amici dicevano che era orrenda e ridevano di lei. Questa frase mi spezzò il cuore.” – ha raccontato la signora Shan Tan – “Ma ora ha una possibilità di essere finalmente normale.”

Quando anche la terza operazione sarà effettuata, l’incubo della piccola Tan-Jia avrà finalmente fine

2 thoughts on “Tan-Jia – Il tormento della bambina Doppia Faccia

  1. a volte il problema maggiore e che nessuno vuole rassegnarsi ad accettarti come sei e il problema degli altri diventa automaticamente il tuo…..io avrei risparmiato a mia figlia un ulteriore tormento del genere e cercato insieme alla scuola di far capire agli altri bambini che in fondo non e cosi diversa da loro…..ci sono bambini che vivono serenamente tormenti fisici ben piu invalidanti di una voglia sul viso….abituiamoci a ridimensionare la nostra visione egocentrica della vita e diamo alle persone un aiuto e un consiglio vero…molti medici purtroppo cercano la notorieta…..a spese delle persone….ad ogni modo spero per questa bambina che questo intervento riesca,vista la durata e l invasivita che comporta…..tan-jia….tanti auguri bambina mia….che la vita ti porti il meglio come possibilità e comprensioni…un bacio ng…

    1. Bellissimo pensiero, sono molto d’accordo con te, però mi rendo conto che questo tuo discorso non funziona nel mondo in cui viviamo oggi. Siamo continuamente giudicati e osservati da chi ci circonda e come in un circolo vizioso ci ritroviamo a comportarci e ad agire come la società ci impone, per evitare di essere guardati di traverso.

      Molto spesso i bambini, sono i primi che vanno oltre le apparenze, che sanno essere amici senza distinzione di malattie o razza.

      Sono gli adulti, noi, con la facoltà di giudizio che spingiamo i nostri bambini a denigrare e disprezzare quelli che sono diversi da noi.

      Questa bambina incontrerà nella sua vità milioni di persone che la giudicheranno per il suo volto.

      In questo modo, forse potrà evitare di combattere una vita intera contro le discriminazioni. Spero che possa tornare a sorridere con la famiglia.

Rispondi