Kwabena Benie

Giovane Ghanese afferma di essere il primo uomo ad aver partorito

Kwabena BenieCentinaia di curiosi spettatori si sono radunati alla cerimonia di battesimo del figlio di un uomo Ghanese proveniente dal villaggio di Sefwi Adboduam e che afferma di essere il primo uomo ad aver dato alla luce un bambino.

Kwabena Benie, 24 anni ha dichiarato di avere avuto un “inusuale” gravidanza di 9 mesi terminata con la nascita della figlia, Abena Apomasu, la quale sarebbe nata dalla “vagina” sviluppata in modo naturale da Kwabena.

Il tutto è confermato dall’attuale compagna dell’uomo che ha assistito al parto.

Kwabena racconta che il suo pene si sarebbe trasformato in una sorta di vagina durante una nottata passata tra atroci dolori.

“Quella notte ho sofferto grandissimi dolori all’altezza dell’inguine e quando ho provato a toccarmi, mi sono reso conto che il mio pene non c’era, si era ritirato e al suo posto era spuntata una specie di vagina” – racconta l’uomo.

Da allora la sua vita sarebbe cambiata, il giovane Kwabena avrebbe iniziato a farsi chiamare Abena Benie e avrebbe vissuto una storia d’amore con un ragazzo conosciuto al College, considerato il padre del bambino, un certo Kwesi Nkoah, sparito non appena saputo della gravidanza.

Anche se i medici e il buon senso ci inducono a pensare che questa storia sia una grande messa in scena, Kwabena insiste sul fatto di aver dato alla luce la bambina, non rimangiandosi neanche un punto della storia raccontata e anzi invitando dottori e scettici a visitarlo, per poter vedere con i propri occhi il suo nuovo organo genitale.

Da parte mia, non posso che informarvi che la notizia sta facendo il giro del mondo, che non sono stato io a inventarmi il tutto e che anzi molti importanti e famosi giornali hanno dedicato ampie pagine alla vicenda.

Non appena avrò qualche novità in più su questa bizzarra storia vi informerò!

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi