Prete con la banana in tasca

Prete accusato di violenza sessuale si difende: “Avevo una banana in tasca”

Prete con la banana in tascaDavid Morris, un pastore Anglicano proveniente dal Galles è stato recentemente accusato di violenze sessuali nei confronti di una 12enne sua alunna a scuola.

Dopo essere stato arrestato, “l’uomo” 60enne ha così giustificato se stesso per difendersi dalle accuse di molestie: “Non ho toccato quella bambina, avevo solo una banana in tasca

Il prete dice che la bambina potrebbe aver confuso il frutto con il suo pene mentre i due erano seduti vicini durante una lezione di Inglese.

Morris, proveniente dalla Chiesa Carmarthen Evangelical ha affermato di avere l’abitudine di mettersi una banana nella tasca da mangiare durante la pausa mattutina.

Ora sarà compito dei giudici capire se realmente la bambina ha confuso una banana con il pene in erezione del professore o se invece il prete ha un animo pedofilo e si è inventato una delle più clamorose scuse del 21esimo secolo.

Ad ogni modo esprimo il mio disgusto e ribrezzo nei confronti di tutti i pedofili del mondo, veri o presunti.

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi