Attaco al cuore

Riceve la fattura dei suoi servizi funebri e muore d’infarto per l’emozione


Attaco al cuore, immagine dalla reteAveva ricevuto un preventivo di cremazione da parte di una casa funebre a suo nome, ma non capendo che si trattava di un errore si è emozionato così tanto da essere colpito da un infarto che l’ha ucciso.

Questa è l’incredibile storia della morte di Than Singh, un fragile uomo Indiano di 70 anni morto forse per un fatale errore postale.

Secondo quanto ricostruito dai familiari, l’uomo aveva ricevuto da un’agenzia funebre una lettera che recava la fattura per la sua cremazione avvenuta una settimana precedente, ma prima di riuscire a capire quello che realmente stava accadendo è stato colto da forti dolori al petto. A nulla è servita la corsa in ospedale per cercare di salvargli la vita, l’infarto che l’ha colpito è stato troppo forte e il cuore di Singh non ha retto.

Per una macabra coincidenza, il suo corpo dopo la morte è stato cremato dalla stessa azienda di Ghaziabad in India, dalla quale l’uomo aveva ricevuto la fattura di cremazione.

Non è ancora chiaro se l’azienda funebre abbia inviato appositamente il preventivo all’uomo per provocare in lui forti emozioni o se sia trattato semplicemente di un errore di corrispondenza.

I membri della famiglia sono convinti che sia stato un perfido scherzo da parte dell’agenzia funebre, la polizia nel frattempo ha aperto un’inchiesta.

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi