Ratto morde pene a carcerato

E venne il topo, che morse il pene, del carcerato che chiese il risarcimento..

Ratto morde pene a carceratoUn uomo di New York che dichiara di essere stato morso al pene da un topo mentre si trovava in prigione, ha avuto via libera per citare in giudizio gli ufficiali della struttura.

Peter Solomon, che afferma di aver fatto ricorso ad un’iniezione contro la rabbia, ha accusato gli agenti del carcere di aver sempre saputo che la sua stanza fosse infestata dai ratti e di non aver fatto nulla per risolvere questo problema.

L’uomo era stato incarcerato presso il Nassau County Correctional Centre, vicino a New York nel 2007 per aver minacciato di morte la moglie.

Il signor Solomon è un veterano della guerra in Vietnam e ha sofferto di gravi crisi depressive dopo i combattimenti, per questo i medici avevano di trasferirlo in una struttura clinica specializzata in malattie mentali.

“Un topo o un animale simile è uscito da un buco del mio materasso e mi ha morso al pene e alla mano, tanto da farmi uscire sangue.”

L’uomo, 50enne, afferma che lo stato non abbia fatto nulla per proteggerlo dal rischio che ha corso e ora ha deciso di chiedergli i danni.

Gli agenti del carcere hanno fatto sapere che effettivamente i topi sono presenti nel carcere ma che il problema del signor Solomon è solamente mentale.

Il giudice però non la pensa allo stesso modo e ha disposto che l’uomo possa procedere nella richiesta di risarcimento per i danni subiti.

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

3 thoughts on “E venne il topo, che morse il pene, del carcerato che chiese il risarcimento..

    1. Ne ha più di 50, quando ho tradotto diceva che era cinquantenne nel senso che era nei 50. Ci ho riflettuto anche io prima di scriverlo ma effettivamente se anche avesse 56-57 anni e avesse combattuto solo gli ultimi anni, comunque ai tempi dei combattimenti aveva una ventina d’anni, perfettamente realistico.

Rispondi