Michael Lallana. eiacula nella bottiglietta della collega

Eiacula nella bottiglietta d’acqua di una collega, due volte. Lei beve. Arrestato

Michael Lallana. eiacula nella bottiglietta della collegaIl dipendente di un’azienda in California è stato arrestato con l’accusa di aver eiaculato per due volte nella bottiglia d’acqua di una sua collega.

Michael Kevin Lallana, 32 anni, rischia fino a un anno di carcere per aver compiuto atti osceni per ben due volte nel corso del 2010.

La prima volta a Gennaio, l’uomo, che soffre di una strana sindrome da narcisismo, è entrato nell’ufficio della collega, nota con il nome Tiffany T, e si è masturbato inseminandole la bottiglietta d’acqua.

Più tardi la donna ignara avrebbe bevuto l’acqua accusando irritazione e nausea.

Nell’Aprile 2010 è arrivata la seconda offensiva, anche questa volta Lallana si è masturbato, ma a differenza della prima volta, la donna insospettita dall’aspetto della bottiglietta, ha deciso di spedirla ad un laboratorio di analisi per sapere se i qualche modo la sua acqua potesse essere contaminata.

I risultati della analisi parlavano chiaro, l’acqua conteneva sperma.

Così, alcuni test del DNA hanno incastrato Michael.

“Volevo che le sue labbra toccassero la bottiglietta” – questa sarebbe stata la motivazione del gesto.

I legali hanno già fatto sapere che non faranno appello, la sentenza è attase per il 22 Aprile.

Profondo schifo per questa notizia!

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi