Vince gara di pesca con pesce rubato all’acquario

Un uomo dell’isola di Guernsey, vicino al Canale della Manica, è stato denunciato dopo che aveva riscosso indebitamente il primo premio in una gara di pesca in mare aperto, presentando ai giudici una spigola di quasi 6 chili, rubata dall’acquario del Peter Port.

Matthew Clark, 29 anni, era tornato dalla gara con a bordo una spigola enorme e con questa si era fatto fotografare nelle più svariate pose orgoglioso del suo trofeo.

Matthew Clark, vince gara con pesce rubato all'acquario

Nessuno si sarebbe accorto di nulla, se un’altro concorrente non si fosse reso conto che il pesce in realtà apparteneva all’acquario della città.

“Pochi giorni prima avevo portato mia moglie e i miei figli all’acquario e mi ero soffermato proprio su quella spigola perché aveva dei segni particolari sulla testa.” – racconta l’uomo – “Fino a quando non è stata fatta la foto di rito, non mi ero accorto di nulla e solo in quel momento ho capito cosa fosse successo! Il giorno seguente sono andato all’acquario chiedendo di vedere il pesce, ma né io, né gli addetti dell’acquario siamo riusciti a trovarlo.”

Una volta avvertiti gli organizzatori della gara di pesca, il vincitore preoccupato per essere stato scoperto, ha venduto il pesce ad un pescatore del luogo.

Fortunatamente la polizia è riuscita a ritrovare la testa del pesce, provando definitivamente il furto del signor Clark.

Ora l’uomo dovrà scontare 100 ore di servizi utili alla comunità ed è stato condannato ad un risarcimento di 2.400 sterline nei confronti del proprietario dell’acquario.

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi