Videogiochi-dipendente cinese è in un Internet Point da 6 anni

Li Meng, un uomo cinese che dovrebbe avere intorno ai 30 anni, si è stabilito da 6 anni in un Internet Point, uscendo solamente per comprare del cibo e, ogni tanto, per farsi una doccia.

Videogiochi-dipendente cinese è in un Internet Point da 6 anni Lo ha scoperto un professore di psicologia della Jilin University, che è andato personalmente a trovarlo; sfortunatamente non è riuscito a parlarci perché Meng era troppo impegnato a giocare ed era come se non si fosse nemmeno accorto che qualcuno era lì per parlargli.
“Non importa quello che gli viene detto, rifiuta di comunicare con qualsiasi persona”, ha detto il professore.

Non si sa molto di Li Meng in quanto non si stacca davvero mai dal monitor e dal joystick, ma i media hanno scoperto che sei anni fa si è laureato e da quel momento ha cominciato a dedicare la sua vita ai videogiochi.

Per pagare le spese mensili (500 yuan dell’Internet Point – circa €60) vende oggetti e oro virtuale agli altri giocatori.
Meng rimane lì anche a dormire e ci passa anche le feste; non si sa nemmeno se abbia una famiglia.

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

Rispondi