Capo di un’azienda cinese fa strisciare sulle ginocchia i dipendenti in pubblico


Il capo di un’azienda cosmetica di Chongqing, in Cina, ha costretto i suoi dipendenti a strisciare sulle proprie ginocchia nel quartiere commerciale della città, di fronte a centinaia di spettatori.

Dipendenti cinesi in ginocchio (1) Il controverso evento è stato trasmesso in diretta da alcuni microblog cinesi. Sono state scattate molte foto dai passanti in cui si vedono i dipendenti che avanzavano sulle proprie ginocchia, a testa bassa.
Alcune persone hanno segnalato la cosa alla Polizia, che quando è arrivata ha fatto sgombrare l’area.

Si è scoperto successivamente che è stato una sorta di addestramento voluto dal capo, che voleva testare la resistenza dei suoi dipendenti sotto pressione; e quale poteva essere il modo migliore, se non farli strisciare sulle ginocchia di fronte a completi estranei che ridevano e scattavano foto?

Probabilmente voleva vedere quanta umiliazione sarebbero riusciti a sopportare, in modo da poterli poi sfruttare al massimo senza il rischio che possano licenziarsi.
Se fosse successa una cosa simile in un Paese dell’occidente il capo sarebbe stato arrestato o quantomeno denunciato per danni. Invece, secondo il parere dei media cinesi, la messa in scena pare sia stata fatta a scopo “educativo”.

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

Rispondi