Bocciato, finge rapimento

Finge rapimento per non dire ai genitori della bocciatura

Uno studente della periferia di Atlanta (Georgia, USA) è accusato di aver simulato di essere stato rapito per non dire ai propri genitori della probabile bocciatura in una materia.

Bocciato, finge rapimento Il 19enne Aftab Aslam, che stava per essere bocciato in Inglese al Gwinnett College, ha acquistato un telefono cellulare e una nuova scheda e ha scritto un SMS ai genitori, inventandosi un rapimento.

Per circa una settimana si è accampato in un’area isolata nella Contea di Forsyth ma, quando ha cominciato a fare freddo e a piovere, è tornato a casa.

Tutto questo per non dire ai genitori della sua imminente bocciatura.

Aslam attualmente è accusato di falsa testimonianza, false dichiarazioni, alterazione dei fatti e minacce terroristiche.
Il ragazzo inoltre, al momento, non ha nessun avvocato.

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

loading...

Rispondi