Slow Time, il bar in cui si paga il tempo e non quello che si ordina (2)

Slow Time, il bar in cui si paga il tempo e non quello che si ordina

A Wiesbaden, in Germania, ha aperto da poco una sorta di bar in cui i clienti non pagano per quello che ordinano ma per il tempo che passano all’interno: lo Slow Time.
Il caffè e i biscotti sono gratuiti ed è permesso anche portare cibo da casa. Quando i clienti escono, poi, dovranno pagare per ogni minuto speso nel bar – che assomiglia più ad un salotto.

Slow Time, il bar in cui si paga il tempo e non quello che si ordina (2)

Il concetto di questo tipo di bar arriva da Mosca, dove si è rivelato un successo; i clienti, locali e turisti, trovano rifugio in questi bar “a tempo” dove non devono preoccuparsi dei prezzi delle bevande.

La 24enne Daria Volkova, immigrata dalla Russia nel 2008, ha voluto aprire lo Slow Time per portare questo tipo di bar anche in Europa. All’arrivo i clienti, a cui viene dato un braccialetto con segnata l’ora esatta in cui sono entrati, dovranno pagare €2, che copre i primi 30 minuti, dopodiché il costo aumenta di €0,05 al minuto o €3 all’ora.

Slow Time, il bar in cui si paga il tempo e non quello che si ordina (1) Il caffè, il tè e l’acqua sono gratuiti, come anche i biscotti, ma i clienti hanno il permesso di portarsi il cibo e le bevande da casa o addirittura farsi portare la pizza al bar. Quello che è importante è il tempo, tant’è che gli orologi del bar segnano tutti un orario diverso proprio per far dimenticare che ora è per potersi rilassare nei 75 metri quadri che offre il locale.
Per passare il tempo si può usufruire della connessione Wi-Fi o giocare a qualche gioco, come ad esempio Scarabeo, o magari leggere un libro.

Al momento lo Slow Time non ha molto successo. A volte le persone si fermano davanti al bar, ci guardano dentro e se ne vanno, così Daria ha pensato di mettere dei cartelloni fuori spiegando come funziona, sperando che presto molte più persone vengano a conoscenza del suo bar.

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

loading...

Rispondi