Pannolini a lavoro per non andare in bagno

Azienda in Honduras obbliga i dipendenti a usare pannolini


Una società di capitali coreani e americani in Honduras è stata accusata dai dirigenti sindacali e da alcuni ex dipendenti di aver costretto i propri lavoratori a indossare dei pannolini al fine di sfruttare al massimo la loro produttività. I rappresentanti dell’azienda hanno negato le accuse ma l’inchiesta è già in corso.

Pannolini a lavoro per non andare in bagno

Il Segretario Generale della Confederazione dei lavoratori Daniel Duron ha denunciato la violazione dei diritti dei lavoratori da parte dell’azienda Kyungshin-Lear Honduras Electrical Distribution Systems, accusandola di aver costretto i propri dipendenti a indossare pannolini per evitare di farli andare al bagno quando ne avessero avuto bisogno.

Il datore di lavoro ha dichiarato di non aver mai costretto i lavoratori a indossare i pannolini ma che li prendono personalmente per evitare di lasciare il posto di lavoro, anche per un brevissimo lasso di tempo, per non rischiare di perdere il lavoro.

Edgardo Dumas, il rappresentante legale della Kyungshin-Lear, ha respinto le accuse dichiarandole false e avventate, sostenendo che l’azienda non ha mai violato i diritti del lavoro.

Una lavoratrice che è stata licenziata nel mese di aprile dopo aver lavorato lì per sette anni ha invece confermato le affermazioni di Duron. “È imbarazzante dire che dovevamo indossare pannolini perché non ci davano il permesso di andare in bagno ma ci sono molti dipendenti che possono confermarlo“, ha dichiarato.

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

Rispondi