Sierra Leone: si giocherà a un gioco da tavolo per avere la patente

Le autorità del Sierra Leone (Stato dell’Africa Occidentale) hanno trovato un modo ingegnoso e anche divertente per tentare di risolvere il problema dei loro automobilisti indisciplinati che causano migliaia di incidenti ogni anno: un gioco da tavolo con cui far giocare chiunque voglia la patente di guida, che farà affrontare ai giocatori situazioni realistiche dove l’unica via d’uscita è dare la risposta corretta.

Sierra Leone: si giocherà a un gioco da tavolo per avere la patente (1)

Il gioco, che si chiama “The Drivers’ Way” (La via dell’automobilista), è un vero e proprio gioco da tavolo che contiene regole stradali da applicare. Le pedine sono fatte a forma di automobile e il classico dado è stato trasformato in un semaforo; anche se la luce è verde, i giocatori devono affrontare dure prove attinenti al codice della strada. Se un giocatore sbaglia potrebbe ritrovarsi con un fanale rotto o con una multa, proprio come nella vita reale.

Migliaia di copie del gioco, creato da Morie Lenghor (ispettore generale delegato della Polizia), sono già state fatte e ognuna costerà all’incirca 60.000 leoni (circa 15€). Chi vorrà prendere la patente dovrà acquistarlo e giocarci per qualche mese, finché le regole del codice della strada gli saranno rimaste bene impresse, per poi fare l’esame finale.
Secondo Lenghor, la maggior parte degli incidenti del Sierra Leone sono il risultato dell’ignoranza degli automobilisti riguardo il codice della strada; molti di loro non conoscono i segnali o addirittura i limiti, così si è pensato a questo gioco che si spera possa essere un modo per attirare l’attenzione dei giovani che vogliono prendersi la patente ma che magari non avrebbero la pazienza di studiare correttamente le regole.

A causa del sistema corrotto, infatti, alcune persone hanno pagato per evitare di fare l’esame, ottenendo così la patente senza un’adeguata verifica della conoscenza del codice della strada.

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

Rispondi