Delfina Cedeno, la ragazza che piange e trasuda sangue (2)

Delfina Cedeno, la ragazza che piange e trasuda sangue

Una ragazza dominicana è stata colpita da una malattia rara che le fa piangere e trasudare sangue. Di tanto in tanto il sangue le filtra anche da sotto le unghie, dall’ombelico e dalle narici.

Delfina Cedeno, la ragazza che piange e trasuda sangue (2) La 19enne Delfina Cedeno è stata sottoposta a centinaia di esami ma nessun medico di Vernon (Repubblica Dominicana) era riuscito a capire cosa possa avere.

“All’inizio nessuno poteva aiutarmi e mi guardavano come se fossi una pazza quando ho detto cosa mi stava succedendo”, ha detto Delfina. “Solo quando ho cominciato a sanguinare di fronte a un medico hanno cominciato a prendermi sul serio“. Le cose sono peggiorate quando la ragazza ha sanguinato incessantemente per 15 giorni consecutivi, portandola ad aver bisogno di trasfusioni di sangue.

Delfina Cedeno, la ragazza che piange e trasuda sangue (1) Delfina era spaventatissima e molto stressata dalla sua condizione, tanto che non se la sentiva di uscire di casa dall’imbarazzo. Ha dovuto anche lasciare la scuola a causa dei suoi compagni che la deridevano, entrando così in uno stato di depressione che l’ha portata a prendere dei sedativi di cui una volta ha abusato andando in overdose. Fortunatamente la sua famiglia l’ha trovata in tempo e dopo un arresto cardiaco e qualche scossa elettrica si è ripresa e la sua vita ha cominciato a migliorare.

Qualche mese dopo, infatti, un ragazzo che aveva sentito parlare di lei le ha fatto visita all’ospedale e attualmente sono fidanzati, con l’intenzione di sposarsi presto.

Quest’anno i medici sono finalmente giunti a una conclusione diagnosticandole l’ematidrosi, una condizione rara dove il corpo ha il livello di adrenalina venti volte superiore a quello di una persona media. Delfina in aggiunta soffre di attacchi d’ansia, durante i quali la sua pressione sanguigna sale a livelli così elevati che suda sangue. Avendo ricorso a qualche trattamento per l’ansia però ora, il più delle volte, riesce a controllare l’emorragia.

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

Rispondi