Ragazza 20enne arrestata per aver lavorato come prostituta in biblioteca

loading...

Una ragazza americana di 20 anni è stata arrestata per aver lavorato come prostituta in una biblioteca di Tewksbury (Massachusetts, Stati Uniti).

La ragazza aveva scelto un posto più tranquillo e sicuro delle solite strade notturne e, senza che il proprietario ne sapesse nulla, girava tra gli scaffali alla ricerca di uomini assorti nella lettura, approcciandoli e scrivendogli bigliettini per comunicare per poi offrire loro di fare sesso in cambio di denaro.

La polizia ha ricevuto una soffiata e ha mandato un agente sotto copertura a controllare. Non appena è entrato nella biblioteca, la ragazza gli si è avvicinata con un bloc notes e una penna; dopo essersi scambiati qualche frase scritta sui fogli, gli ha offerto una prestazione sessuale in cambio di $60. Subito dopo è stata arrestata.

“Sono piuttosto sconvolto perché qui ci vengono molti ragazzini e io sono un insegnante, quindi è piuttosto preoccupante”, ha detto il proprietario. A quanto pare non è nemmeno la prima volta che succede una cosa del genere nella biblioteca di Tewksbury; lo scorso anno un uomo è stato arrestato dopo aver messo un annuncio su Craigslist offrendosi per fare sesso proprio nel bagno della stessa biblioteca. Magari la ragazza ha preso spunto da lui!

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

Rispondi