Ceneri funerarie scambiate per droga e confiscate per un anno

Le autorità del Michigan hanno custodito come prova schiacciante per un caso di spaccio le ceneri di due defunti.

Ceneri confiscate e scambiate per droga

Dopo un raid risalente al 26 giugno 2013, la polizia di una cittadina del Michigan ha confiscato a tale Kiel Howland quelli che sembravano due sacchetti contenenti una grossa quantità di sostanze stupefacenti.

Quegli oltre 60 grammi di polvere che sono costati all’uomo una condanna per spaccio, mentre in realtà, dopo un anno di reclami dalla stessa famiglia, si sono rivelati essere i corpi dei defunti nonni del signor Howland.

L’uomo non è riuscito a convincere le autorità dopo l’esame preliminare del caso, e mentre ciò che ritenevano la prova schiacciante contro di lui viene finalmente confutata, Howland è convinto che faranno cadere le accuse, sperando di poter ottenere al più presto le ceneri dei suoi cari.

Non è la prima volta in cui ceneri funerarie vengono scambiate per droga, infatti già tre anni fa sei ragazzini avevano rubato e sniffato le ceneri di un uomo e i suoi due alani, come avevamo riportato in questo articolo.

Giulia, insonne cioccolatomane cultrice di tutto ciò che è trash, credo nei viaggi infiniti in treno e nelle camicie a quadri.

Rispondi