Il marito manichino

Vive per 14 anni con una famiglia di manichini

loading...

Un po’ per fare un torto alla madre, un po’ per sfatare alcuni preconcetti, Suzanne Heintz sta vivendo da 14 anni con una famiglia di manichini.

Il marito manichino

Suzanne è la classica donna ossessionata dai propri genitori perché non trova marito, non forma una famiglia propria, e con il passare degli anni e l’aumentare della loro insistenza, ha deciso di provvedere da sé, comprandosi la famiglia ideale, un sogno americano che ha voluto infrangere foto dopo foto.

La famiglia di manichini

“Si può essere felici anche senza tutto ciò che la gente ritiene importante” è il concetto base del suo esperimento artistico, per cui ogni giorno si ritrova a scattare centinaia di foto in ogni posa e in ogni dove con i suoi cari “artificiali”.
Dissacrare la famiglia perfetta, però, non l’ha resa popolare nell’ambiente in cui vive, tant’è che quando esce di casa con il marito Chauncey e la figlia Mary Margaret la gente reagisce in modi del tutto fuori luogo, cercando di evitarla oppure ridendole in faccia.

Manichini in famiglia

Di certo può apparire bizzarra, ma il suo modo di vivere fuori dall’ordinario ha uno scopo, un ideale che spesso viene dimenticato o frainteso e che non riesce tuttora a convivere con la società d’oggi.

Giulia, insonne cioccolatomane cultrice di tutto ciò che è trash, credo nei viaggi infiniti in treno e nelle camicie a quadri.

Rispondi