Troppa neve a Boston? La imbottiglia e la vende a chi non ne ha

Questo inverno è stato uno dei più freddi a Boston con un record di più di 8 metri di neve. Invece di lamentarsene come la maggior parte della gente, Kyle Waring ha deciso di farne un business, vendendo la neve agli Stati più caldi.

Imbottiglia la neve e la vende a chi non ne ha (2)

Kyle ha creato una start-up chiamata “Ship Snow“; imbottiglia la neve e la spedisce a chiunque la voglia. “Questa è neve storica. La neve di Boston. Questa è la vostra occasione non solo di possedere un pezzo di storia ma anche di salvare Boston dallo #Snowmageddon 2015!”. 0,5 kg di neve viene venduto a $19.99, 3 kg a $89 e 5 kg a $119, e arriva a destinazione entro 20 ore.

Imbottiglia la neve e la vende a chi non ne ha (1)

Le prime spedizioni non sono state un successo; ogni tanto è capitato che, una volta arrivata a destinazione, la neve si sia sciolta. Nel sito internet c’è infatti un disclaimer in cui Kyle spiega che è possibile possa succedere, allegando una foto della neve nel suo stato solido. Dopo i primi incidenti ha provato a cambiare imballaggio, aggiungendo della carta stagnola attorno alla bottiglia, a sua volta inserita in un contenitore isolante. In questo modo, anche se la neve si dovesse sciogliere un po’, ne rimarrebbe comunque abbastanza per fare qualche palla di neve.

E quando la neve finirà? Kyle ci ha già pensato: vorrebbe cominciare a spedire altre cose in base alla stagione, come ad esempio le foglie secche cadute dagli alberi.

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

Rispondi