Le 16 cose più inquietanti dette dai bambini alle babysitter

Le 16 cose più inquietanti dette dai bambini alle babysitter


Come sappiamo i bambini possono essere molto fantasiosi e particolarmente inquietanti. Dopo il successone delle dieci cose più inquietanti dette dai bambini ai loro genitori arrivano le 16 cose più inquietanti dette dai bambini alle loro babysitter.

Le 16 cose più inquietanti dette dai bambini alle babysitter

1. “Stavo facendo la babysitter a un bambino e stavamo guardando la TV nel seminterrato. Ad un tratto muta la TV e gira la testa per guardare il muro dietro di lui. L’ha guardato per tre minuti buoni e ha detto ‘non adesso’, e ha continuato a guardare la TV. Pochi minuti dopo ha guardato di nuovo il muro e ha detto ‘ci vediamo dopo, ok?’. Ero terrorizzata.”

2. “Due anni fa stavo guardando il mio annuario scolastico con la mia cuginetta di cinque anni. Quando siamo arrivati alla pagina della seconda elementare ha puntato la foto di un bambino e ha detto ‘assomiglia a Nicolas!‘. Quando le ho chiesto chi è Nicolas mi ha detto ‘il bambino nel mio armadio‘ e ha continuato a guardare le foto. Sono quasi morta.”

3. “Il mio nipotino era solito parlare di una donna che lo andava a trovare nella sua stanza di notte. Diceva che aveva un vestito rosso, che si chiamava Frannie e che cantava per lui… E che volava“.

4. “Qualche anno fa stavo mettendo a letto la figlia di un’amica. Aveva più o meno tre anni al tempo ed era nel periodo in cui cercava regolarmente di evitare di andare a dormire. Mi ha chiesto perché avrebbe dovuto andare a letto e le ho risposto ‘perché è tardi ed è ora che le bambine facciano un bel riposino’. Lei ha puntato il dito verso il nulla e ha detto ‘anche quella bambina lì?‘”.

5. “La mia nipotina ha quattro anni e parla sempre della sua ‘sorella maggiore’. E le parla anche. È figlia unica e non sa che sua madre ha avuto un aborto qualche anno fa”.

6. “Stavo andando in bagno al secondo piano a casa delle mie zie quando vedo mia cugina, April, sulle scale. Aveva quattro anni al tempo ed era iperattiva. Era impegnata a fare le smorfie seduta sulle scale. Le ho chiesto cosa stava facendo. Mi ha risposto ‘sto facendo come la donna con la treccia’. Mi sono guardata intorno, non c’era nessun altro tranne noi. Le ho chiesto ‘dov’è la signora, April?’. Mi ha indicato un bagliore sulle scale. Ho chiesto ad April ‘che cosa sta facendo la signora?’. Ha detto ‘fa le smorfie’. Non ci ho fatto più caso e ho cominciato a salire le scale quando April ha detto qualcosa che mi ha bloccata. ‘La sua treccia è attorno al suo collo‘. Mi sono girata e le ho chiesto di ripetere. April ha indicato in alto, ‘la signora è appesa per la treccia… e fa le smorfie’. Poi April ha cominciato a fare una smorfia che ho realizzato essere quella di qualcuno che sta soffocando“.

7. “Ho perso il mio ragazzo a causa di un proiettile vagante qualche mese fa e quando sono andata a trovare il suo cuginetto qualche giorno dopo l’accaduto mi ha vista mentre piangevo. Mi ha chiesto perché stavo piangendo e gli ho detto che mi mancava il mio ragazzo. Aveva uno sguardo confuso in faccia e poi ha detto ‘perché? È seduto all’ingresso‘”.

8. “Una volta ho fatto la babysitter a una bambina di nome Sarah che mi adorava. Sua mamma era solita dirmi come ogni volta chiedeva di me invece che di altri. Una sera, Sarah ha esagerato dicendo ‘quando muori voglio metterti in un barattolo così posso tenerti e guardarti per sempre‘”.

9. “Stavo guardando la figlia di tre anni della mia vicina quando mi ha guardata e mi ha chiesto ‘quand’è che il bambino esce dalla tua pancia?’. Due giorni dopo ho scoperto di essere incinta“.

10. “Stavo guardando mio nipote e gli ho chiesto cosa stesse disegnando. Mi ha risposto ‘una macchina che fa scheletri‘. Una rapida occhiata da sopra la sua spalla e ho capito che non stava disegnando una macchina fabbrica scheletri ma una di quelle macchine che si usano per rimuovere la carne, completa di scanalature per incanalare il sangue”.

11. “Una sera stavo facendo la babysitter ai figli di un’amica. Il più piccolo, di cinque anni, ha disegnato una donna che pendeva dal soffitto, mi ha guardato e ha detto ‘mi ha detto lei di disegnarlo. Sta venendo per te. Nasconditi‘”.

12. “Stavo coccolando il figlio di tre anni di un’amica e mi ha detto, seriamente, ‘ti prometto che non masticherò mai le tue ossa. Lo prometto'”.

13. “Qualche anno fa stavo facendo la babysitter alla figlia di un’amica. Vivevano in un appartamento con una grande porta-finestra. È andata verso il vetro uscendo sulla veranda rimanendo ferma nel buio per diversi minuti. Poco dopo è corsa fra le mie braccia dicendo ‘spaventoso. Troppo spaventoso’. Non voleva che la lasciassi e mi ha chiesto di abbracciarla forte per la mezz’ora successiva. Alla fine ha cominciato a ripetere ‘il buio sta entrando adesso. Il buio sta entrando adesso‘”.

14. Mentre tenevo un bambino di sei anni ha preso il suo pupazzo, l’ha alzato e ha cominciato a dire ‘crocifiggilo! Crocifiggilo! Crocifiggilo!‘”.

15. “Un bimbo che stavo guardando si è svegliato in piena notte urlando non so cosa riguardo a qualcosa sotto il suo letto. Ho controllato e gli ho detto ‘torna a dormire, non c’è niente qui sotto‘. La sua risposta? ‘È dietro di te ora‘”.

16. “Stavo facendo la babysitter di notte. Entrambi i bambini erano sonnambuli e parlavano nel sonno. Il più grande stava piangendo nel sonno, si è alzato e si è chiuso in bagno. Mi ci è voluto un bel po’ per farlo uscire. Ho finito per addormentarmi sul divano. Nel mezzo della notte mi sono svegliata con l’impressione che qualcuno mi stesse guardando. Era accanto al divano. Ho detto ‘che stai facendo?’. Mi ha risposto ‘l’uomo ti guarda mentre dormi‘. Poi è tornato a dormire. Io invece no”.

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

2 thoughts on “Le 16 cose più inquietanti dette dai bambini alle babysitter

  1. 15 anni fa è morto mio padre a causa di un cancro, ed eravamo tutti sconvolti ma la cosa che più mi ha sconvolto è che mia figlia di soli 19 mesi, che a malapena parlava, in alcune occasioni, fissava in un certo punto e diceva :”nonno, nonno”. Incredula fissavo il punto da lei indicato ma io non vedevo nulla purtroppo….

Rispondi