Uno dei lavori più fighi al mondo? Il distruttore di smartphone

Uno dei lavori più fighi al mondo? Il distruttore di smartphone

loading...

Presente i lavori che non pensereste mai possano esistere? Eccone uno: il distruttore gli smartphone. È un vero e proprio lavoro e viene anche pagato bene, £36,500 all’anno – più di €50.000 – per un part-time.

Uno dei lavori più fighi al mondo? Il distruttore di smartphone

Il candidato ideale per questo lavoro è una persona a cui piace la tecnologia mobile e che sa usare il PC perché, oltre a distruggere gli smartphone, ci sono anche alcune cose noiose da fare, come le revisioni, ad esempio.
Questo lavoro è nato perché i bisogni delle persone che acquistano uno smartphone sono aumentati; non vogliono più sapere soltanto quanta RAM ha l’ultimo modello o quanto dura la batteria, vogliono sapere anche se è abbastanza resistente nel caso in cui dovesse cadere o arrivasse nelle mani di un bambino.

Vogliamo che prendiate gli ultimi modelli di smartphone e li mettiate alla prova nelle situazioni reali. Che li facciate cadere in vasca, che li calpestiate durante il pogo, che li facciate accidentalmente cadere nel pollo vindaloo”; così scrivono su TigerMobiles.com, un sito web made in UK in cui si possono comparare i modelli degli smartphone.

Uno dei lavori più fighi al mondo? Il distruttore di smartphone

“Questo è probabilmente il ruolo più insolito che abbiamo mai reclutato ma è anche uno dei più importanti” ha detto il responsabile del customer service di Tiger Mobiles. “Serate fuori, escursioni in campagna, prove di caduta nella vasca da bagno; tutto è concesso”. Tranne coinvolgere i bambini, in quanto le leggi sul lavoro minorile sono piuttosto complicate.

La parte più noiosa, che in realtà possiamo definire come meno divertente, è la revisione scritta di tutte le loro esperienze di distruzione dello smartphone con allegate le foto necessarie. Un lavoro che sembra una vera pacchia, considerando anche il fatto che ogni distruttore deve testare tra i sei e i dieci smartphone all’anno.

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

Rispondi