Kim Jong Un vuole trasformare la Corea del Nord nella prima meta turistica per surfisti


E’ l’ultima di una lunga serie di notizie in arrivo dallo stato più misterioso del mondo. Questa volta però pare che le intenzioni siano serie.

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa dello stato Nord Coreano, il leader supremo ha dato ordine di attrezzare alcune spiagge della costa est del paese per il turismo dei surfisti di tutto il mondo.


Kim-Jung-Un, corea  nuova metà del surf

Venti surfisti professionisti provenienti da tutto il mondo e guidati dall’italiano Nicola Zanella, già allenatore della nazionale cinese di Surf, sarebbero pronti a partire verso le coste di Sijung, a circa 6 ore di viaggio dalla capitale Pyongyang.

L’obiettivo è quello di portare la cultura del surf anche sulla coste inesplorate della Corea del Nord e di diffondere l’insegnamento ai ragazzi locali dando vita ad una nuova tradizione nel paese, tanto da farlo diventare la prima meta al mondo per il turismo dedicato agli amanti della tavola.

Il pacchetto viaggio che costerà circa 1800 dollari, includerà oltre ad una settimana sulle coste del mar del Giappone, anche una visita alla metropolitana della capitale, una gita nella zona demilitarizzata al confine con la Corea del Sud e ovviamente una visita guidata alle statue dei gloriosi Kim Il-sung e Kim Jong-il, rispettivamente nonno e padre dell’attuale leader.

surf corea

Cari amici surfisti, se avete voglia di una nuova avventura non vi resta che prenotare per questa avventura più unica che rara.

 

 

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi