Vietato San Valentino in Iran

Iran: vietato festeggiare San Valentino e usare la parola “vino”


Passato bene San Valentino? Sì, no, chi se ne frega di San Valentino, a quel paese San Valentino? Ecco, chi odia questa festa degli innamorati potrebbe trasferirsi in Iran, visto che da quest’anno è proibito festeggiarlo.

Vietato San Valentino in Iran

In realtà è meglio rimanere qui e chiudersi in casa, se proprio si volesse evitare di vedere migliaia di coppie festeggiare San Valentino, perché il divieto imposto dal governo iraniano è serio e per chi non lo rispetta sono previste azioni legali.

Il governo ha vietato di festeggiare il 14 febbraio in quanto la festa di San Valentino fa parte della “cultura decadente occidentale” che loro disprezzano. I negozi quindi hanno dovuto togliere le cartoline e i regali che solitamente si acquistano per la festa degli innamorati mentre i bar e i ristoranti hanno avuto l’ordine di evitare ogni occasione in cui ragazzi e ragazze potessero scambiarsi regali per San Valentino.

Non è la prima volta che il governo iraniano cerca di boicottare qualcosa che ha a che fare con il mondo occidentale; il mese scorso ha proibito l’uso della parola “vino” nei libri, altri nomi di “animali stranieri” e addirittura nomi di “alcuni presidenti stranieri”. Quando è stata fatta la dichiarazione è stato detto che anche i libri pubblicati in Iran negli anni passati verranno rivalutati nel contenuto per accertarsi che non violino la – nuova – legge.

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

Rispondi