Haeshindang Park, il Parco dei Peni della Corea del Sud

Haeshindang Park, il Parco dei Peni della Corea del Sud

A Sinnam, nella Corea del Sud, esiste un parco pieno di statue raffiguranti ogni sorta di pene.

Haeshindang Park, il Parco dei Peni della Corea del Sud

L’Haeshindang Park, comunemente chiamato Parco dei Peni, è nato sulla base della tragica leggenda di Auebawi e Haesindang.

La leggenda narra di una giovane vergine la quale stava aspettando che il proprio uomo tornasse dal lavoro su una roccia vicino al mare; una volta tornato, l’uomo non ha trovato la donna, probabilmente annegata a causa della tempesta. Dopo l’incidente, gli abitanti del villaggio non sono più riusciti a pescare e qualcuno ha dato la colpa proprio a questo evento. Quando un giorno un pescatore ha fatto pipì in acqua ed è riuscito a pescare subito dopo, gli abitanti del villaggio si sono convinti che esporre i propri genitali facesse piacere alla defunta vergine.

parco-dei-peni-corea-2

Per confortare lo spirito della donna, quindi, hanno intagliato svariate sculture a forma di pene e cominciato a dedicare cerimonie in suo onore; dopo un po’ i pesci hanno effettivamente cominciato a tornare.

Oggi ad Aebawi Rock – il luogo in cui è morta la giovane donna – si tiene una cerimonia religiosa biennale, considerata un evento tradizionale, e i turisti non mancano di visitare giornalmente il parco.

Haeshindang Park, il Parco dei Peni della Corea del Sud

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

Rispondi