Va fino a Las Vegas per poter sposare il suo smartphone

loading...

Dato il tempo che passiamo con i nostri telefoni non dovrebbe sconvolgerci più di tanto che l’artista Aaron Chervenak ha sposato il suo smartphone.

Va fino a Las Vegas per poter sposare il suo smartphone

Da Los Angeles è andato fino a Las Vegas per poter finalmente sposare il suo smartphone in una piccola cappella nuziale mettendogli pure un anello.

Ci credete che un quarto delle persone considera il proprio smartphone importante quanto il proprio partner o ancora di più? Non è così strano visto che per moltissime persone l’ultima cosa con cui interagiamo la sera e la prima con cui interagiamo la mattina è proprio questo aggeggio tecnologico che ci portiamo sempre appresso. Lo usiamo per tutto: dal controllare l’ora, per controllare le mail, per contattare le persone, per passare il tempo.

Va fino a Las Vegas per poter sposare il suo smartphone

Ha senso, quindi, che Chervenak abbia dichiarato hche quella con il suo smartphone è la relazione più lunga che abbia mai avuto; ed è per questo che ha voluto sposarlo. Per farlo ha dovuto andare a Las Vegas, dove la cerimonia è stata celebrata con entusiasmo.

“Non è ancora legale sposare gli smartphone”, si rende conto l’artista, “ma quello che in qualche modo spero farà il mio matrimonio è fungere da gesto simbolico per dimostrare quanto stiano diventando preziosi i telefoni nelle nostre vite“.

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

Rispondi