Cinesi rubano idee su Kickstarter e le realizzano più velocemente

I cinesi non si smentiscono mai; in questo caso specifico non solo hanno copiato un’idea ma l’hanno copiata mentre era su Kickstarter in attesa di fondi per poterla realizzare, l’hanno sviluppata in modo più economico e dopo solo una settimana da quando è stato aperto il foundraising si trovava già nei negozi online cinesi.

stickbox-cinesi-rubano-idea-kickstarter

C’era da aspettarselo e probabilmente è anche già successo in passato e non se n’è accorto nessuno ma stavolta qualcuno se n’è accorto; Yekutiel Sherman, un imprenditore israeliano, si è parecchio arrabbiato quando ha scoperto che il prodotto che ha progettato, ovvero una cover per iPhone e Samsung con selfie stick incorporato, era in vendita in alcuni negozi online cinesi ancora prima che finisse la sua campagna di foundraising su Kickstarter.

Ci è voluto pochissimo per copiare e produrre le imitazioni dello Stickbox, infatti dopo solo sette giorni erano pronte ad essere vendute online. Per idearlo invece a Sherman ci sono voluti due anni; ha addirittura girato un video promozionale in cui due amanti usano il suo Stickbox per farsi un selfie con la Torre Eiffel e sperava di raccogliere almeno $40,000 per introdurlo finalmente nel mercato.

A questo punto, Sherman non può far altro che denunciare i malfattori se non dovessero ritirare le imitazioni del suo prodotto, anche se non è facile come sembra; spesso e volentieri non è facile risalire a chi ha prodotto l’oggetto o semplicemente trovare un contatto da chiamare o da cui andare.

stickbox-cinesi-rubano-kickstarter

La campagna di Kickstarter, invece, è comunque riuscita superando il traguardo di quasi $5,000, nonostante gli utenti finanziatori si siano accaniti su Sherman perché sembrava volesse sospendere il progetto.

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

loading...

Rispondi