Si fa amputare le orecchie per somigliare a un pappagallo

loading...

Ted Richards è un signore inglese talmente ossessionato dai pappagalli da farsi amputare le orecchie per somigliarci.

Si fa amputare le orecchie per somigliare a un pappagallo

Abbiamo trattato moltissimi casi di chirurgia plastica atta a somigliare a qualcuno, da Justin Bieber a Superman, ma Ted Richards non ha nessun idolo da emulare, solo i suoi amati pappagalli.

Ne possiede cinque, Ellie, Teaka, Timneh, Jake e Bubi, e ne è talmente ossessionato da essersi tatuato penne colorate sul volto: eppure non bastavano i tatuaggi (a detta sua 110!), la cinquantina di piercing e lo split tongue, la cosiddetta “lingua biforcuta”, ha voluto spingersi oltre chiedendo l’amputazione delle orecchie.
Una lunga operazione di sei ore che ha comportato parecchi rischi, e con un risultato a dir poco raccapricciante.

“Quando ero ragazzo” racconta Richards in un’intervista “mi prendevano in giro per le mie orecchie enormi, cercavo sempre di nasconderle, ma ora nessuno potrà più farlo” – come dargli torto?

L’uomo si dice soddisfatto delle sue scelte, e mentre la famiglia e gli amici non gli rivolgono più parola, lui vuole portare avanti la sua trasformazione passando a un livello successivo: modificare il naso per renderlo simile a un becco.

Siamo certi che, con queste premesse, ne vedremo ancora delle belle con l’uomo pappagallo!

Giulia, insonne cioccolatomane cultrice di tutto ciò che è trash, credo nei viaggi infiniti in treno e nelle camicie a quadri.

2 thoughts on “Si fa amputare le orecchie per somigliare a un pappagallo

Rispondi