Impiegati obbligati a mangiare vermi vivi

Una punizione orribile made in China per degli impiegati che non hanno saputo rispettare l’obiettivo mensile di vendite.

Impiegati costretti a mangiare vermi vivi

Degli impiegati di un’azienda che si occupa di edilizia in Cina, più precisamente ad Hanzhong, si sono visti costretti dal loro superiore a una sorta di tortura per non aver raggiunto l’obiettivo mensile della compagnia.
Per “tortura” non intendiamo un taglio di stipendio (in ogni caso tortura non sottovalutabile), ma qualcosa di ancora peggio: sono stati obbligati a mangiare dei vermi vivi.

A quanto pare non è la prima volta che succede, spesso si ritrovano a dover mangiare formiche, calamari, vari tipi di insetti – rigorosamente vivi – qualora non venissero rispettati gli obiettivi aziendali.

Tra i dipendenti puniti c’era pure una donna incinta, la quale ha fortunatamente rifiutato il banchetto a discapito di qualche altro collega che si è sorbito una razione doppia.

Ciò che rende questa storia ancora più folle è che questi mezzi vengano accettati senza alcuna remora dagli impiegati dell’azienda: se non riescono a rispettare i target stabiliti, sono i primi a voler farsi umiliare, gesto decisamente inconcepibile nella cultura del nostro paese.

Giulia, insonne cioccolatomane cultrice di tutto ciò che è trash, credo nei viaggi infiniti in treno e nelle camicie a quadri.

Rispondi