Sbarazzati dei peli di cane creando fantastici guanti, sciarpe e maglioncini

loading...

Si chiama Chiengora ed è l’arte di lavorare ed utilizzare i peli di cane per realizzare indumenti. Non è un’arte nuova, esiste da migliaia di anni e in alcuni regioni del mondo molto fredde viene tutt’ora utilizzata per affrontare la stagione più rigida.

Da qualche tempo però, anche a Chicago qualcuno ha deciso di offrire questa opportunità a chi ama gli animali e vuole rimanere sempre “vicino” al proprio animale domestico, anche se questo significa indossare il suo pelo.

Jeannie Sanke dall’Illinous coltiva la sua passione per il chiengora da circa due anni (“Chieng” è il francese per cane e “Gora” per angora, la tipologia di lana). Da allora la sua esperienza si è evoluta portandola a creare decine di accessori: sciapre, poncho, cappellini, guanti e maglioncini.

Secondo Jeannie il pelo di cane mantiene la temperatura corporea almeno il 30% più calda rispetto ad un normale indumento in lana di pecora.

Le sue creazioni sono vendute online su Etsy, dove potete trovare tutte le novità e le foto degli indumenti sulla pagina ufficiale.

Insomma, se anche il vostro cane lascia più peli a terra che il

Simone, 27enne, informatico per passione, perdi tempo per mestiere. Costantemente alla ricerca delle notizie più trash. Fondatore e autore del sito dal 2006.

Rispondi