Trasforma la mansarda in un museo di vecchi telefoni cellulari

loading...

Quando gli smartphone – o i vecchi telefoni cellulari che di smart non avevano nulla – non funzionano più, solitamente li buttiamo o cerchiamo in qualche modo di sbarazzarcene; anche chi si affeziona di certo non ne ha più di una decina, a farla grande. Il 26enne Stefan Polgari, invece, ne ha più di 3500 e ha pensato bene di creare un museo in cui esporli.

museo-telefoni-cellulari

Stefan vive a Dobsina, un paesino in Slovacchia, e da sempre è un appassionato di tecnologia. Già a 15 anni recensiva telefoni cellulari online e per questo motivo ne ha collezionati un bel po’; un paio d’anni fa ha acquistato una collezione di circa 1000 vecchi telefoni per poche centinaia di euro e, rendendosi conto dell’enorme quantità di cellulari che aveva per le mani, ha cominciato a cercare vecchi modelli che gli mancavano.

museo-telefoni-cellulari

Arrivato ad avere 1231 modelli diversi, con più di 3500 pezzi, ha trasformato la mansarda di casa sua in un vero e proprio museo di telefoni cellulari. La particolarità che lo differenzia dagli altri è che lui colleziona solo vecchi modelli; non ha Blackberry o HTC ma solo telefoni cellulari di vecchi marchi: Alcatel, Motorola, Ericsson, Panasonic, Sagem, Siemens, ZTE, Samsung, Trium, Mitsubishi, Bosh, Sony-Ericsson, Philips e, ovviamente, gli indimenticabili Nokia.

Nostalgia portami via!

museo-telefoni-cellulari

museo-telefoni-cellulari

museo-telefoni-cellulari

Samantha, o Sam, classe '88, alla costante ricerca di un lavoro vero mentre vago nei meandri del web scrivendo notizie stupide con due gatti e due coniglietti in braccio.

Rispondi